Sicurezza

Attività

Valutazione dei rischi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro)

Valutazione di esposizione al rumore dei dipendenti (Titolo VIII Capo II D.Lgs 81/08)

Valutazione dell’esposizione dei lavoratori al rischio vibrazione (Titolo VIII Capo III D.Lgs 81/08)

Valutazione dell’esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici (Titolo VIII Capo IV D.Lgs 81/08)

Valutazione dell’esposizione dei lavoratori alle radiazioni ottiche artificiali (Titolo VIII Capo V D.Lgs 81/08)

Valutazione dell’esposizione dei lavoratori agli agenti chimici (Titolo IX D.Lgs 81/08)

Valutazione dell’esposizione dei lavoratori agli agenti biologici (Titolo X D.Lgs 81/08)

Coordinatore in fase di sicurezza per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori in cantieri temporanei o mobili (Titolo IV D.Lgs 81/08)

Corsi sulla sicurezza per luoghi di lavoro per R.S.P.P., addetti antincendio, primo soccorso, RLS, formazione e informazione per dipendenti

Valutazione rischio stress da lavoro correlato

Documento di valutazione dei rischi DVR

Il documento di valutazione dei rischi (nome abbreviato DVR) è uno strumento di lavoro dinamico nell’ambito di tutta la realtà aziendale, in quanto è soggetto a continue revisioni in relazione a modifiche sostanziali dell’organizzazione del lavoro; da custodirsi in azienda, è redatto dal datore di lavoro che si avvale a tal fine del Servizio di Prevenzione e Protezione, in conformità a quanto previsto dal D.Lgs 81/08 (artt. 17, comma 1 – 28 – 31).

La valutazione del rischio deve essere uno strumento finalizzato alla programmazione e alla organizzazione delle misure di prevenzione. Mediante l’analisi dell’attività aziendale, tenuto conto dell’intera normativa in materia di sicurezza, il documento individua le misure di prevenzione e protezione attuate, nonché le attrezzature, e le misure generali di tutela da adottare in seguito alla valutazione. Il documento, inoltre, definisce le misure di protezione in caso di emergenza, individua la composizione della Squadra di Emergenza e definisce l’azione di formazione. Il DVR individua le procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere.

Il modello di gestione ed organizzazione è conforme alle linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGSL). Il documento DVR contiene l’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento. Per quanto riguarda la formazione, sono attuati e definiti gli interventi obbligatori da parte del datore di lavoro (artt. 36 e 37), finalizzati all’addestramento dei lavoratori che devono anche essere soggetti attivi e partecipi al miglioramento della sicurezza e della salute sul posto di lavoro.

Il documento DVR viene portato a conoscenza dei lavoratori ed aggiornato in relazione alla tipologia di attività ed ai rischi residui (ovvero quella “quota” di rischio per la quale non sia possibile una gestione controllata) ad essa imputabili. Tali rischi devono essere tenuti sotto controllo e rivalutati in una fase successiva, dove si considererà la possibilità di eliminarli o ridurli ulteriormente.

Per una migliore applicabilità del succitato D.Lgs 81/08, è utile evidenziare quali sono i “protagonisti” della sicurezza sul lavoro, ovvero il Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi (art. 2):

– I lavoratori;
– Il datore di lavoro e/o il dirigente;
– La squadra di emergenza, pronto soccorso e antincendio;
– Il medico competente;
– Il responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
– Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
– I professionisti esterni.