Geologia

Attività

Studi di geologia per progettazioni, civili, industriali ed infrastrutture (D.M. 14/01/08)

Pianificazione e programmazione nella gestione del territorio.

Relazioni di idrogeologia e studio delle risorse idriche.

Relazioni sismiche, microzonizzazione sismica, indagini geofisiche e prove sismiche a rifrazione.

Recupero ambientale con tecniche di Ingegneria Naturalistica.

Progettazione opere di bonifica e protezione ambientale.

Caratterizzazione geotecnica dei terreni e parametrizzazione geomeccanica degli ammassi rocciosi.

Calcolo delle spinte delle terre e verifica di stabilità delle opere di sostegno.

Calcolo della capacità portante e dei cedimenti di fondazione.

Verifica di stabilità dei versanti.

Rilievo geomeccanico su parete in roccia, analisi delle condizioni geometriche di stabilità, stabilità di un cuneo isolato e complessiva di un ammasso roccioso fratturato.

La relazione geologica e la relazione geotecnica

Da linee guida NTC 08 Gruppo Interregionale Ordine dei Geologi.

La relazione geologica e la relazione geotecnica (contenenti il “modello geologico” e il “modello geotecnico”, nell’accezione del D.M. 14.01.08), sono elaborati integranti e fondamentali per gli interventi subordinati al permesso di costruire ed alla dichiarazione di inizio attività (D.I.A), in quest’ultimo caso laddove ne sussistano i presupposti normativi e ne facciano richiesta gli organi tecnici territoriali.

relazioni

La relazione geologica

La relazione geologica (cfr. § 6.2.1 NTC 08) esamina i caratteri geologici generali e del sito di costruzione. La modellazione geologica del sito consiste nella ricostruzione dei caratteri litologici, stratigrafici, strutturali, idrogeologici, geomorfologici e, più in generale, di pericolosità geologica del territorio (e non del sito di intervento ‐ cfr § 6.2.1 NTC 08). Quindi, una completa o esaustiva definizione del modello geologico, tende ad analizzare tutti gli aspetti utili alla caratterizzazione del sito (partendo da un ambito morfologico più esteso ‐ territorio) ai fini della definizione degli scenari di pericolosità geologica.

La relazione geotecnica

La relazione geotecnica (cfr. § 6.2.2 NTC 08) esplicita i risultati ottenuti dalle indagini e prove geotecniche, descrive la caratterizzazione e la modellazione geotecnica dei terreni interagenti con l’opera. In essa si riassumono i risultati delle analisi svolte per la verifica delle condizioni di sicurezza e la valutazione delle prestazioni nelle condizioni d’esercizio del sistema costruzione ‐ terreno. L’intero studio riguarda esclusivamente il volume significativo. Le verifiche analitiche (analisi geomorfiche quantitative), ai sensi delle vigenti norme, devono obbligatoriamente essere realizzate con il Metodo agli stati limite di cui al § 2.6., ma al § 2.7, limitatamente a siti ricadenti in Zona 4 della classificazione sismica, si prevede l’ammissibilità delle verifiche con il metodo delle tensioni ammissibili; per cui, in tali contesti, possono esser utilizzati approcci semplificati con i metodi classici delle tensioni ammissibili e con l’applicazione del DM 11.3.88.